9. Le corse dei cani levrieri in Italia, alcune informazioni e filmati d'epoca


Introduzione Storico/informativa.

Informazione storica. Il primo Cinodromo di Roma, fu fondato nell'autunno del 1928, in un periodo in cui c’era questa moda in tutta Europa, al quartiere Flaminio (presso il campo sportivo La Rondinella, noto perché l'8 dicembre di quell'anno ospitò il primo derby della storia: Roma-Lazio) da un gruppo di cinofili romani, di famiglie nobili.

Avevano importato dall'Inghilterra alcuni levrieri greyhound, la razza ufficialmente prescelta in tutto il mondo per le gare e tuttora l'unica ammessa.

Successivamente il Cinodromo di Roma,  stato trasferito nel 1958 nella sede di via della Vasca Navale nei pressi di Ponte Marconi.

L'abitudine di comprare gli atleti a quattro zampe nel Regno Unito e in Irlanda, dove questo tipo di gare ha ancora molti appassionati, è continuata fino al 2002.

"Gli allevatori italiani preferiscono il tipo da esposizione a quello da corsa", spiega Paola Martini amante di questa razza (ex Presidente del Circolo del Piccolo Levriero Italiano nella seconda parte degli anni 90), in una intervista del 2002.

All'impianto di Roma, nel corso degli anni, erano stati apportati miglioramenti tecnici e ricettivi, con l'intento di promuoverne le attività e di allargare il bacino d'utenza del pubblico cittadino ma il 24 maggio 2002 la Snai, che ne era proprietaria, dopo 74 anni di attività annunciò la messa in liquidazione della società che lo gestiva, con la sua conseguente chiusura, ed il licenziamento di 40 dipendenti e la messa a dimora di 400 levrieri.

Per i Greyhounds si prospettò l'adozione o la vendita a cinodromi stranieri. Le adozioni ci furono ma la storia ha presentato diverse peripezie per questi cani e non tutti hanno avuto la fortuna di trovare una nuova collocazione in famiglie bendisposte; altri sono stati venduti in blocco (triste storia).

Due anni prima, quando chiuse il cinodromo di Napoli, un gruppo di volontari riuscì a far adottare i cani attraverso una campagna di adozione internazionale'' (non tutti…). Ancora prima del cinodromo napoletano, circa cinque anni prima, chiuse il cinodromo di Milano.

I cinodromi nel nostro Paese, fallirono, per diversi motivi ed anche perchè solo una cerchia ristrettissima di appassionati scommetteva alle corse di cani, in particolare dei levrieri inglesi ''greyhound''. Ricordiamo che il primo cinodromo in Italia nacque a Roma, durante il fascismo per spirito di emulazione nei confronti della cultura anglosassone, dove la tradizione è sempre stata molto forte.

Dopo i filmati d'epoca, troverete la situazione, ad oggi, delle Piste di Racing in Italia

Documentari (Istituto Luce Archivio Storico)

Una visita ad Oriolo Romano, presso un allevamento di levrieri da corsa. Siamo nel 1941 in questo allevamento si allevano e si allenano i futuri courser, cani addestrati per la corsa, del Cinodromo di Roma.



Breve spezzone del cinodromo di Roma del 1929, senza audio



Il cinodromo in un breve racconto del 1973


Situazione Piste Racing in Italia, 2020

1995, il Gruppo Levrieristi Padano è già attivo. Nel 2008 fu aperto un a Castano Primo, una Pista Racing,  omologato ENCI per corse amatoriali di levrieri e riconosciuto dalla Federazione Cinofila Internazionale. E’ stato teatro di vari eventi, nazionali ed internazionali. Nel 2019 purtroppo la Pista di Castano Primo ha chiuso i battenti per ristrutturazioni dell'impianto sportivo comunale. Si spera che ci possa essere un futuro ripristino del tracciato per le attività di allenamento e gare amatoriali. 

https://www.gruppopadanolevrieristi.it/ 

Pista di Castano Primo vista da Google Earth


Breve filmato di presentazione della Pista di Castano


Oval Track di Farneta. Gruppo di lavoro "Sezione Toscana Cdl", anno di inizio di attività alla pista di Farneta nel 2004  omologato ENCI per corse amatoriali di levrieri e riconosciuto dalla Federazione Cinofila Internazionale. Sono stati organizzati vari eventi internazionali e nazionali. Ha cessato l'attività alle fine del 2013.

Pista di Farneta vista da Google Earth


Breve filmato di presentazione della Pista di Farneta

Nel dicembre 2005, un gruppo di amici con una grande passione per i levrieri decisero di fondare il Gruppo Levrieristico Veneto (GLV). 

In Italia attualmente l'unica pista in attività, per allenamento levrieri e per le gare nazionali, rimane la pista del Palladio Racing a Poianella (VI). La pista è a goccia e non ad anello ed è in erba.  https://www.palladioracing.it/ 

Pista di Poianella vista da Google Earth


Breve filmato di presentazione della Pista di Poianella