La mia storia


La mia storia.

Sono nata in provincia di Bologna e mi sono trasferita nel 1995 sul Lago di Garda, dove abito attualmente con mio marito.

Il mio primo Levriero Afgano arrivò nel 1980 era una femmina Black & Tan, rescue, ed è rimasta con me per 13 anni. Perché il “Levriero Afgano”? La storia inizia con una passione segreta di mio padre che amava l’eleganza di questo cane, lo vide passare al guinzaglio, e lo colpì nel più profondo. Lady era il primo cane in assoluto per la nostra famiglia, in quanto mia nonna (madre di mio padre) che abitava con noi, non voleva assolutamente animali. Nel 1979 circa cambiammo casa, inizialmente andammo ad abitare solo io ed i miei fratelli, ed in questa nuova abitazione avevamo un piccolo cortile e quindi quando capitò l’occasione di avere in famiglia Lady, fu un momento magico. Allora ci interrogammo a lungo su come alimentarla, come organizzare le passeggiate ed altre cose. Non erano tempi di crocchette e quindi la barf era in un certo senso obbligatoria ma la cosa più difficile fu capire IL Levriero Afgano adulto, perché Lady all’epoca della adozione, aveva un anno e mezzo circa.  Come informazioni generali, non essendoci internet, la biblioteca fu un ottimo punto di informazione e le informazioni non erano tante…. del tipo: Levriero, cane che caccia a vista, indipendente e poco affettuoso ed intelligente. Ovviamente il rapporto intelligenza/cane era dettato dal fatto che il cane doveva assolutamente ubbidire e fare quello che diceva il proprietario! Comunque Lady arrivò la vigilia di Natale e dopo una toelettatura a dir poco “radicale”, (purtroppo l’incuria del precedente detentore, aveva fatto del suo pelo un unico feltro) fu pronta per la prima passeggiata. Io ed i miei fratelli non avevamo idea di che tempistica potesse avere una passeggiata….. una passeggiata poi con un Levriero Afgano….. girammo così tanto che la povera Lady, ad un certo punto si sedette e non volle più proseguire….. All’epoca non avevo idea di quali fossero le attività che potevo fare con il mio Levriero Afgano, di certo ritenevo che tutto mi fosse precluso perché non avevo il pedigree del mio soggetto.

A circa 25 anni iniziai a frequentare un Centro Ippico a Bologna e quindi a concretizzare un altro mio grande sogno il Cavallo! La mia disciplina preferita è ed era il Dressage. All’inizio però, grazie ad un Istruttore particolarmente esigente e severo, io ed un piccolo gruppo di amici, ci appassionammo al Turismo Equestre e prendemmo la “Patente” di Turismo Equestre per vivere il Cavallo in libertà, fatta di passeggiate negli spazi aperti.

Il Centro Ippico che frequentavo, era uno fra i più rinomati e quindi in quegli anni organizzava un paio di “Horse Show” concorsi di salto ostacolo ed alcuni anni dopo, appassionandomi anche a questa disciplina, feci l’esame per diventare Giudice di Salto Ostacoli, un’attività amatoriale che ho svolto fino alla metà degli anni 90.

Premiazione al Concorso Ippico del 27/3/1994, Giudice di gara presso Circolo Ippico Europa 92 a Modena

Alla morte di Lady, nel luglio 1993, alla età presupposta di 15 anni, un mio amico che aveva comperato un Levriero Afgano femmina, avendo visto il mio, decise di fare una cucciolata ed alla fine di febbraio 1994, arrivò Monet-B detto JJ.


Maggio 1994 a Cervia nella settimana di incontro con Massimo Bottura a Castiglione di Cervia. Foto scattata sul lungomare tra Pinarella di Cervia e Cervia.


Anche lui era inizialmente destinato, anche se con pedigree, a fare attività famigliari, ma il destino volle una svolta diversa. Nel maggio 1994, mi reco a Migliarino Pisano per andare a vedere un Concorso di Completo dove partecipava una mia grande amica allenata dal mio Istruttore. Parcheggio in prossimità della pineta e faccio scendere il piccolo JJ (aveva circa 7 mesi) e mentre mi avviavo alla partenza della gara, un artiere, Giuliano Bravi proprietario di Greyhounds, mi ferma e mi chiede se sono a conoscenza che a Castiglione di Cervia da Massimo Bottura si fanno allenamenti di corsa per Levrieri e che anche io posso andare con il giovane Levriero Afgano. Così nelle successive settimane mi sono recata a Cervia sulla riviera romagnola per una breve vacanza anche con l’intento di cercare, senza sapere dove, Massimo Bottura ed il suo famigerato Campo Lubim.

Dopo una minuziosa ricerca, trovo l’abitazione di Massimo che mi accoglie con il suo sempre cordiale modo, la sua semplice ma amichevole ospitalità e la sua grande disponibilità. Da questo punto ha inizio la mia avventura in cinofilia ufficiale.

Monet B, JJ ritratto a circa 4 anni a Soiano del Lago

EuroDogShow di Barcellona 2004, JJ, BOB Vet, EVW04

Dapprima non partecipavo a manifestazioni di bellezza, salvo una o due volte con il soggetto in classe giovani, a Ravenna con Giudice Sig.ra Candida Falsina ed alla Internazionale di Genova con Jenny Dove (UK), ed in veterani (BOB Veterani) all’ EuroDogShow di Barcellona 2004. Nelle prime due gare ero in compagnia di Patrizia, sorella di Massimo che aveva una Levriera Afgana di nome Ladyorangepeel allevata da B.Capriglione e che aveva circa 4 mesi più di JJ. Iniziò così una bella amicizia che dura ancora oggi ed ebbi la possibilità di conoscere tante persone che ancora oggi gravitano nell’ambiente cinofilo del Gruppo 10.

In quegli anni in Italia, primi anni 90 e comunque già da tempo prima, seppure ci fossero gruppi sparsi per tutto il territorio nazionale, con prevalenza al Nord, di gente che solo per passione faceva attività e reclutava neofiti e quindi trovava poi in essi una giusta continuazione di collaborazione, tutto questo senza mai però salire in cattedra come purtroppo spesso accade nei tempi moderni. La conoscenza non la si ha mai completamente, anche dopo 20 o 30 anni di attività, c’è sempre da imparare!

Nel Marzo 1996, si decide in gruppo di andare a Vizille (Francia) per una gara e per fare la licenza a JJ e Pilly, che ottennero. Successivamente partecipammo poi ad una gara in Luglio 1997. Quanti italiani erano iscritti a questa manifestazione! Quanti volti conosciuti incontrai con la voglia e la determinazione di imparare dai francesi per cercare di avere le stesse manifestazioni anche in Italia!

Catalogo del Coursing di Vizille, Francia del 20 Luglio 1997. Parteciparono 29 Levrieri Afgani (17 femmine e 12 maschi) dei quali 7 soggetti italiani!

Con l’avvento del Regolamento Nazionale delle Corse e del Coursing, ci dettero la possibilità di volturare la licenza francese con quella italiana e JJ ottenne la NR.1!

Nel maggio del 1997 mi sono sposata e mi sono trasferita sul Lago di Garda nella provincia di Brescia. Portai anche il mio cavallo Lucky (7/8 purosangue irlandese, Baio Oscuro) al meraviglioso Centro Equestre di Soiano del Lago. In questo Centro Equestre c’era una vasta parte dedicata alle gare di completo ed alle gare con carrozze ed una parte del percorso, era un grandissimo e bellissimo campo in erba delimitato da una alta siepe che era perfetto sia per attività espositive che per attività sportive.

Nel 1998, convinco la proprietà ad ospitare il primo Coursing Nazionale che vide 55 soggetti iscritti.

Catalogo 1^ Coursing Nazionale di Soiano del Lago, iscritti 14 Levrieri Afgani

Articolo uscito sul Giornale di Brescia il 1 Maggio 1998

Alcune foto del Campo gara di Soiano del Lago

Da quell’anno in poi, fino a quando parte del terreno venne ceduto per la costruzione di alcuni edifici, la manifestazione crebbe anche inserendo dal 2000 il Raduno di tutti e tre i Club, Club del Levriero, Associazione Italiana Amatori Levrieri Afgani e Circolo del Piccolo Levriero Italiano.

Dopo il 2000, trovai una nuova struttura disponibile ad ospitare i Raduni (Hotel West Garda a Padenghe del Garda) ed un nuovo terreno (il quagliodromo di Manerba del Garda) che ci permise di continuare la tradizione di Raduno + Coursing che nel frattempo era diventato Internazionale.

La formula piacque ed in quegli anni crebbe in maniera vertiginosa fino ad avere nel 2012 una partecipazione al Coursing Internazionale di 178 iscritti con un 50% di Levrieri provenienti dall’estero e financo dalla lontana Russia!

Catalogo Coursing Internazionale di Manerba del Garda 2012, con 32 Levrieri Afgani partecipanti e 18 Irish Wolfhound

Concorrenti russi al Coursing di Manerba del Garda 2012


Nel 2002, si fece la prima edizione ufficiale dei Campionati Europei di Corsing in Francia a Charmes; io partecipai come visitatore in quanto JJ aveva 8 anni ed il giovane Irish Wolfhound, Lecapitainefracasse dei Mangialupi, Vasco di soli 4 mesi.

Nel 2003, sempre come visitatore, ma assoldata come commissario alle partenze in uno dei due campi organizzati per la gara, e sempre con i miei cani di uno troppo vecchio e l’altro troppo giovane, i Campionati Europei di Coursing vennero organizzati superbamente al Monte Bondone. Fu una delle manifestazioni più belle mai organizzate!

Nel 2005, nessuno si preoccupa di selezionare per mandare la Squadra a partecipare ai Campionati Europei di Coursing in Germania ad Hoope. Vengo nominata, per la prima volta, a Selezionatore della Squadra Italiana; in quegli anni e fino al 2013 sono stata Segretaria del Settore Sportivo del Gruppo 10. La Squadra ottenne buoni risultati e quindi venni nominata Selezionatore per 6 anni e Chef d’Equipe della Squadra Italiana per 8 anni successivi. L’Italia in questo periodo di grande fermento organizzativo in Patria e di tante attività svolte all’estero, grazie anche alla mia istituzione dell’Eurocup, portammo a casa circa 15 medaglie d’oro e vari piazzamenti e che ci vide in Repubblica Ceca nel 2009, PRIMA NAZIONE EUROPEA NEL COURSING, con la vittoria di 5 titoli iridati! Non finirò mai di ringraziare tutti i selezionati che si sono impegnati ad allenare i propri beniamini!  

Dal 2007, entrai nel Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana Amatori Levriero Afgano e sono rimasta fino al 2016. In questi 9 anni tante cose sono state fatte, dal libro sul 30nnale del Club al Congresso Mondiale sul Levriero Afgano, AHWC2014, e che ha visto 240 Levrieri Afgani iscritti nelle due giornate di Raduno con una festa conviviale MEMORABILE, con la partecipazione di circa 300 persone e con intrattenitore lo Showman Brunetto che recentemente è stato ospite anche su Canale 5.

Tempi di divertimento, di aggregazione, di amicizia e grande generosità! Certo non si può ed anche allora non si poteva accontentare tutti ma i numeri parlano chiaro.